I Corsi

La NEW DANCE DANZAKALARIS ha la finalità di promuovere e diffondere la pratica della Danza e svolge la propria attività nel cuore di Cagliari, presso il Centro Sportivo “FormaKalaris”, in Via Caboni, 7. La scuola nasce con la direzione artistica di Roberto Fanni, sulla grande esperienza della già rinomata “Danzakalaris”, con un rinnovato entusiasmo e con una maggiore vivacità artistica.

Le offerte didattiche e artistiche che la prestigiosa Scuola offre ai propri associati sono altamente qualificate. Tutti i corsi di Danza Moderna sono articolati su diversi livelli in una progressione pedagogicamente e tecnicamente sistematizzata, con una gradualità che dal corso principianti a quello avanzato consente agli allievi di raggiungere, secondo l’età, gli anni di studio e le loro potenzialità, una preparazione artistica sempre più solida. Gli insegnanti e coreografi sono professionisti di grande competenza artistica e didattica. Sono tanti gli anni di esperienza di formazione nella disciplina e di produzione di coreografie professionali e saggi di fine anno, che hanno preceduto la fondazione della Scuola NEW DANCE DANZAKALARIS.

Notevole l’impegno nell’organizzazione e partecipazione a spettacoli, rassegne, concorsi, stages e audizioni, per dare agli allievi associati importanti occasioni di confronto, di approfondimento dello studio della disciplina, al fine di un completamento e arricchimento del loro curriculum artistico. La scuola, a tale proposito, ha organizzato stages, ospitando prestigiosi nomi della Danza, come Susanna Beltrami, Steve La Chance, Mauro Mosconi, Silvio Oddi, Mia Molinari, Marc Aurelio, Erika Silgoner, Caterina Felicioni, Giancarlo Podini, Marcello Fanni.

La location presso il raffinato e accreditato Centro Sportivo Formakalaris (www.formakalaris.com) soddisfa le esigenze logistiche della Danza, che per uno svolgimento appropriato dell’attività richiede spazi ampi e sale adeguatamente attrezzate.

Corso di Danza Moderna rivolto a adulti, ragazze e ragazzi di età superiore ai 13 anni.
Corso di danza moderna rivolto a ragazze e ragazzi dai 9 ai 13 anni.
Corso di danza moderna rivolto ai bambini di età compresa fra i 4 e 8 anni.

GLI INSEGNANTI

Roberto Fanni

Responsabile Corsi Danza, Insegnante Corsi Adulti, coreografo e ballerino.

Ha iniziato la sua formazione artistica da giovanissimo studiando musica, e la sua carriera tersicorea nel 1987 con il Corso professionale per Danzatori, per poi specializzarsi a Roma e New York…Altre informazioni

Elisa Ballo'

Insegnante Danza Jazz - Corsi Baby e Teen

Inizia la sua formazione all’età di 6 anni con la ginnastica ritmica a livello agonistico, militando nei Campionati Nazionali FGI nelle serie C, B e A2. Nel 2002 e nel 2003 vince il Campionato italiano di specialità alle calette nella categoria senior…
Altre informazioni

Struttura dei Corsi di danza moderna

Obiettivi Generali e Organizzazione dei Corsi

Il corso è rivolto a ragazze e ragazzi di età superiore ai 13 anni e si propone di far acquisire una educazione artistica tramite l’insegnamento della tecnica della Danza Moderna.

Il fine cui si tende è quello di avviare i giovani verso la disciplina della Danza che permette attraverso il suo linguaggio, di giungere ad una maggiore conoscenza del proprio corpo e delle sue facoltà espressive e creative.

L’obiettivo fondamentale è, quindi, l’apprendimento della tecnica dell’arte tersicorea e lo sviluppo dell’espressività corporea accompagnati dallo miglioramento delle capacità coordinative e condizionali necessarie per una costruzione corretta e stabile di tutti i contenuti della disciplina.

I corsi sono pianificati con particolare cura agli aspetti didattici e metodologici, sia per il senso di responsabilità nei confronti dei giovani corpi e delle giovani menti che si accostano a questo mondo, sia per impostare una corretta tecnica di base in prospettiva di una costruzione di un solido percorso artistico, tecnico ed espressivo.

La struttura del corso di Danza moderna prevede la suddivisione in diversi livelli che, per organizzazione interna della Scuola, sono ripartiti in: principiante, intermedio 1, intermedio 2, avanzato 1, avanzato 2. Le lezioni iniziano a metà settembre e si concludono a fine giugno. Il corso principiante effettua due lezioni alla settimana di un’ ora, quelli intermedi due alla settimana di un‘ora e trenta e i corsi avanzati tre lezioni settimanali da un’ora e trenta.

Gli insegnanti sono tutti professionisti di grande esperienza artistica e didattica.

A chiusura dell’anno scolastico, viene organizzato un Saggio, che è suddiviso in due parti, la prima dedicata alla realizzazione delle coreografie dei singoli corsi, due per ognuno, e la seconda alla messa in scena di un musical, o di una storia coreografata eseguiti anche con la collaborazione di attori e cantanti. In questa seconda parte i corsi principiante e intermedi eseguono altre due o tre coreografie, che diventano cinque o sei per i corsi avanzati.

Metodologia e Didattica

I metodi utilizzati sono prevalentemente analitico e deduttivo nell’insegnamento degli elementi tecnici e nella richiesta interpretativa specifica, e di tipo induttivo nella ricerca di forme espressive personali dell’allievo e nella composizione e sperimentazione coreografica.

Le lezioni sono raggruppate in unità didattiche per obiettivi specifici. La scelta degli esercizi propedeutici a quelli tecnicamente più complessi è particolarmente accurata. Al fine di evitare la difficoltà frequentemente riscontrata nei metodi analitici tradizionali di ricondurre gli apprendimenti parziali al gesto globale, vengono proposti esercizi preparatori che sviluppino i fattori coordinativi strettamente legati al movimento specifico, con varianti gradualmente sempre più affini all’esecuzione tecnica completa. Come può verificarsi negli esercizi di relevés di preparazione alle pirouettes, ai tours, o nell’impostazione dei salti. Queste affinità sono, evidentemente riferite a parametri biomeccanici, spaziali, temporali, dinamici e relativi ai gruppi muscolari impegnati per poter creare i “transfert” necessari alla precisa coordinazione senso motoria del movimento.

Struttura delle lezioni

La lezione si svolge in due fasi, una più prettamente tecnica,  e l’altra più coreografica ed espressiva.

La fase di riscaldamento o “warm up” svolge la funzione di preparare fisiologicamente l’apparato muscolare e articolare ad un lavoro più intenso, e, contemporaneamente, essendo costituito da elementi tecnici specifici, di far apprendere e consolidare proprio le gli elementi tecnici della Danza. Esso sarà mantenuto pressoché uguale nella sua globalità (alcune parti saranno gradatamente completate ed arricchite) per i primi quattro mesi, in seguito verrà progressivamente sostituito con uno diverso comprendente nuovi e più complessi elementi tecnici.

Il “warm up” è suddiviso in diverse sezioni eseguite ognuna su una musica diversa adatta al tipo di movimento effettuato.

Una prima parte è dedicata alla mobilizzazione generale e alla presa di coscienza di tutti i segmenti corporei. Poi si passa alla sezione in cui sono presenti principalmente esercizi di “plié” nelle diverse posizioni ed esercizi di equilibrio statico. Nella sezione successiva sono inclusi esercizi di “tendu”, “jeté”, “rond de jambe” e lo studio delle pose in “arabesque”, in ”attitude” e preparazione dei giri. (gli esercizi in contrazione isometrica sono stati inseriti volutamente in questa sezione, nonostante nel riscaldamento tradizionale siano proposti all’inizio dell’attività, poiché fisiologicamente l’aumento della temperatura corporea che questi determinano non è adeguato alla preparazione all’esercizio. Infatti questo tipo di contrazione non favorisce l’afflusso ematico e gli scambi gassosi, e non sviluppa la mobilità articolare e l’elasticità del muscolo, per cui la collocazione di queste esercitazioni deve avvenire dopo che il reale riscaldamento è avvenuto). Segue una sezione di esercizi eseguiti al suolo che ha lo scopo di potenziare la muscolatura di tutti i distretti corporei ed in particolare di quelli direttamente coinvolti nell’attività. La muscolatura addominale, dorsale e lombare viene potenziata con esercizi di contrazioni isotoniche concentriche ma anche isometriche per migliorare il controllo, la postura e la tenuta del corpo. La muscolatura degli arti inferiori, considerata la necessità di mantenere una buona elasticità, sarà sviluppata con esercizi di ampia escursione articolare. L’ultima parte del riscaldamento è dedicata agli esercizi di allungamento muscolare o “streching” di tutti i distretti, in particolare di quello dorso – lombare, ischio – crurale e anteriore della coscia.

Dopo il “warm up” segue la parte dedicata alle “diagonali”, cioè allo studio di elementi tecnici combinati in traslocazione, come salti, giri. Conclude la lezione una parte dedicata allo studio di sequenze coreografiche di diverso genere per abituare gli allievi ad essere interpreti versatili di stili, espressioni e linguaggi differenti.

Durante la creazione coreografica viene dato spazio allo sviluppo della creatività degli allievi, assecondando i loro gusti e le loro capacità, al fine di creare una danza che rispecchi le qualità artistiche del singolo.

“La danza è il linguaggio nascosto dell’anima.”
Martha Graham